Teatro Fontana – SOGNO DI UNA NOTTE DI MEZZA ESTATE

Teatro Fontana – SOGNO DI UNA NOTTE DI MEZZA ESTATE

Da William Shakespeare

con Astrid Casali, Aurelio Di Virgilio, Matteo Gatta, Mauro Lamantia, Luca Oldani, Beppe Salmetti, Mattia Sartoni, Laura Serena, Irene Serini, Ester Spassini.

Demetrio, Elena, Ermia e Lisandro sono personaggi che provano il loro massimo godimento nel torturarsi a vicenda, nel vedere gli altri affondare, inchinarsi ai propri piedi. Sono figure demoniache, malvagie. Ma umane.

È la Londra di fine anni settanta a fare da sfondo a questa edizione del Sogno; non solo un’ambientazione, ma un contenitore calzante per il dipanarsi della narrazione. Gli anni settanta sono stati un momento di tensione e collasso della società, non solo londinese: in Italia per esempio i movimenti studenteschi divenivano sempre più armati e militanti, gettando il paese in uno stato di perenne allarme. Si trattava, in sostanza, di un bisogno di distacco generazionale con la classe che aveva fatto le guerre, di un processo edipico “a priori”, cioè spesso senza alcun movente manifesto. La stessa cosa accadeva a Londra, ma trasposto nel mondo dell’arte: i giovani dichiaravano il proprio disgusto per i vecchi in bombetta con la musica e non con le armi. Nasce il punk, che ha la stessa violenza di una brigata armata nostrana, ma espressa attraverso note stonate. Nascono l’Art Rock e il Glam Rock, espressioni musicali che eliminano a priori tutte le convenzioni imposte dai padri: l’ambiguità di genere, l’androginia diventano uno strumento per fuggire dalla Legge del Padre. La stessa legge – quella ateniese – da cui i quattro innamorati scappano, per rifugiarsi nel luogo – la Foresta – in cui tutto è permesso, in cui le dinamiche umane non sono determinate da sovrastrutture patriarcali, in cui gli Spiriti non hanno sesso o li hanno entrambi.

Per i soci Cral e familiari – 14 € (+1 € di prenotazione e prevendita)  anziché 19 € + 1€

Per la prenotazione scrivere a teatro.fontana@elsinor.net
o chiamare lo 02 69015733